Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Villa Panna

Villa Panna, fonte di bellezza naturale e storia da assaporare

L’acqua dal gusto inconfondibile proviene da un territorio affascinante e ricco di storia. Le sorgenti di Acqua Panna si trovano in una riserva di 1300 ettari nella verdeggiante campagna toscana, che ospita una ricca fauna selvatica e la storica residenza di Villa Panna.
Villa panna

Quest’area fu acquistata agli inizi del 1400 dalla nota famiglia fiorentina dei Medici che la accorpò alla propria tenuta di caccia di Cafaggiolo, trasformando l’antica fortezza in una lussuosa villa circondata da frutteti, giardini e un’estesa zona di caccia. Nel 1564, una proclamazione ufficiale stabilì i confini della proprietà includendo anche la tenuta Panna. A partire da quella data, nonostante alcuni cambi di proprietà, la tenuta è rimasta pressoché intatta. 
Villa panna

Fu nel 1860 che i proprietari di quel tempo, i marchesi di Torrigiani, trasformarono in Villa Panna la fattoria che sorgeva in questa tenuta medicea, facendola diventare una superba residenza estiva arricchita da un lago, un belvedere e diverse statue. La zona agricola principale venne convertita in uno stabilimento di acqua minerale. In quel periodo l’acqua veniva caricata su un carro in damigiane da 54 litri e veniva consegnata nelle case fino a Firenze. Intorno al 1910 le damigiane vennero eliminate e per la prima volta Acqua Panna fu distribuita in bottiglie da un litro. 
Villa panna

A cavallo tra gli Anni 20 e gli Anni 30 la tenuta cambiò proprietario e passò a un’altra famiglia aristocratica, i Contini Bonacossi. Nel 1938 essi fondarono la Società Panna, la cui attività fu quasi immediatamente interrotta dalla Seconda guerra mondiale. Le bottiglie da salvare furono nascoste sui fondali dei laghi artificiali di Villa Panna, pronte per essere ripescate e ripulite al termine del conflitto. Dopo aver riparato i danni causati dalla guerra, nel 1951 fu finalmente inaugurato il nuovo stabilimento di Acqua Panna.
Villa panna

Nel 1957, la Società Panna fu acquistata dalla Società delle Terme di San Pellegrino. Questa operazione immise nuovi capitali utili per una serie di miglioramenti e ammodernamenti che furono eseguiti nei decenni successivi, come ad esempio l’introduzione pionieristica delle bottiglie in plastica nel 1970 e le bottiglie in PET nel 1994.
Villa panna

Acqua Panna continua a investire nella salvaguardia dell’integrità del terroir da dove sgorga e della bellezza dell’ecosistema che la circonda. Nel 2020, grazie alla partnership con la Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali, la tenuta Panna è diventata un laboratorio vivente di ricerca sulla biodiversità, un santuario naturale dove la flora e la fauna vengono costantemente monitorate e salvaguardate.